Dipendenti con Appalto di Servizi

COS’ È IL CONTRATTO DI APPALTO DI SERVIZI?

Il contratto di appalto di servizi prevede un rapporto in cui un committente affida la fornitura di un servizio che continua nel tempo in modo duraturo e/o periodico ad un fornitore. Il fornitore coordina le persone necessarie, e si impegna a svolgere il servizio secondo standard qualitativi ben definiti previsti nell’accordo contrattuale, assumendosi il rischio economico nell’esecuzione dello stesso.

L’elemento distintivo del contratto di appalto di servizi è la durata del rapporto, che si protrae per un periodo indefinito o definito.

È di estrema importanza che i dipendenti del fornitore e il fornitore stesso non siano dipendenti del committente: questo significa che essi non devono essere né diretti né coordinati dal committente (altrimenti si tratta di una somministrazione di lavoro illecita)

QUANDO SI USA L’APPALTO DI SERVIZI?

Con un appalto di servizi le parti disciplinano lo svolgimento di un servizio continuativo o periodico, a tempo determinato (con una scadenza prefissata) o indeterminato (senza una scadenza definita).

Dal momento che il servizio deve avere carattere continuativo o periodico non viene prevista una data di consegna.

L’appalto è regolato dall’art. 1677 c.c. e deve essere usato in tutti i casi in cui lo svolgimento di un servizio viene affidato ad un’organizzazione imprenditoriale più ampia rispetto al singolo prestatore di lavoro o alla sua famiglia – normalmente allora ad una S.r.l. o ad una S.p.A. -, la quale organizza tutte le risorse e i mezzi necessari alla sua esecuzione, provvedendo ad impartire ai propri dipendenti (se presenti) tutte le istruzioni opportune. Nel caso in cui invece il fornitore sia una persona fisica, un artigiano, un professionista o una ditta individuale si avrà normalmente una prestazione di servizi.

COSA CONTIENE IL CONTRATTO DI APPALTO DI SERVIZI?

L'oggetto

la descrizione del servizio.

Gli standard qualitativi del servizio

in modo tale da garantire al committente livelli minimi nella fornitura del servizio.

|

La proprietà intellettuale

per gestire i diritti di proprietà intellettuale inerenti al servizio.

Il corrispettivo

la possibilità di indicare corrispettivi fissi o variabili, da pagare in un momento determinato, in base alle prestazioni svolte o in base all’effettivo consumo di risorse.

I rimborsi spese

per costi sostenuti dal fornitore.

L'esclusiva

per vincolare il fornitore a non entrare in affari con i concorrenti del committente.

La durata del rapporto

a tempo determinato (con una scadenza ben definita) o indeterminato (senza limite alcuno specificato), con possibilità di rinnovo.

La riservatezza

per impedire al fornitore di divulgare informazioni riservate.

La sicurezza sul lavoro

per garantire, quando necessario, il rispetto delle relative prescrizioni di legge in materia di sicurezza sul lavoro.

Contattaci

Il nostro contratto di servizio soddisfa tutti i requisiti legali. CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI